C’era una volta il recruiting e c’era una volta il marketing. Raramente si incrociavano nonostante avessero in comune l’obiettivo di far crescere l’azienda e renderla leader nel suo settore. Tuttavia, con l’avvento del digitale, questi due mondi hanno iniziato a contaminarsi fino a dare origine a un nuovo concetto: il Recruiting Marketing.

Cos’è il recruiting marketing?

Il Recruiting Marketing rappresenta l’unione strategica tra le risorse umane e il marketing per rendere le aziende competitive sul mercato del lavoro e attrarre i migliori candidati. Questo approccio mira a promuovere l’immagine aziendale e a valorizzare la cultura e i valori del brand, trattando i candidati come clienti, anche l’obiettivo di conversione non è un acquisto.

Proprio come nel marketing tradizionale, esistono numerosi approcci da adottare e testare, la cui efficacia varia a seconda dell’azienda e del contesto in cui opera. Alcune strategie efficaci includono:

  • Creazione di Contenuti Promozionali: Contenuti che mostrano la cultura aziendale possono attrarre candidati interessati a un ambiente di lavoro positivo e stimolante.
  • Utilizzo dei Social Media: Condividere storie di successo dei dipendenti sui social media aiuta a costruire una reputazione aziendale positiva e a raggiungere un pubblico più ampio.
  • Esperienze dei Dipendenti: Raccontare le esperienze positive dei dipendenti attuali può essere un forte incentivo per i potenziali candidati.

Quali sono i benefici di questa pratica per le aziende che la adottano?

  • Attrazione dei migliori talenti: Con una strategia di recruiting marketing ben articolata, l’azienda può diventare un vero e proprio faro capace di attirare i migliori talenti sul mercato del lavoro. Creando contenuti significativi, i candidati di alto livello saranno più propensi a candidarsi per un ruolo all’interno di essa.
  • Riduzione del tempo di assunzione: Una presenza online efficace e una reputazione positiva accelerano il processo di hiring (assunzione), poiché i candidati arrivano alle fasi di confronto già informati e interessati all’azienda.
  • Miglioramento della reputazione dell’azienda: Quando si condividono storie di successo dei dipendenti o si mostrano iniziative aziendali per la società, questo attrae i migliori talenti, ma costruisce anche fiducia e rispetto tra clienti, partner e stakeholder. In fin dei conti, un’azienda con una buona reputazione attira non solo i migliori candidati, ma anche i migliori partner, investitori e collaboratori.
  • Creazione di un talent pool: Non solo il recruiting marketing attira candidati per le posizioni aperte al momento, ma aiuta a costruire anche un bacino di talenti per il futuro. Questo crea un talent pool che può essere sfruttato per le future esigenze di assunzione dell’azienda.

Inoltre, ecco alcune tecniche da considerare nel recruiting marketing:

  • Creazione e pubblicazione di branded content: Una delle tecniche più efficaci di recruiting marketing è la creazione di contenuti che mostrino l’azienda tramite il cosiddetto branded content. Ciò consiste in contenuti che generano valore per l’audience aziendale, mettendo in risalto l’impresa, i valori e la cultura. Degli esempi potrebbero essere i blog, i video, i post che mostrano come l’azienda opera nel quotidiano.
  • Utilizzo dei social media: I social media sono uno strumento prezioso per il recruiting marketing. Attraverso i post sui social, si può mostrare la vita quotidiana in azienda, celebrare i successi, condividere le notizie e coinvolgere i potenziali candidati.
  • Analisi e monitoraggio dei dati: L’analisi e il monitoraggio dei dati sono fondamentali per capire l’efficacia delle strategie di recruiting marketing. Tracciare il numero di candidature ricevute, il tasso di accettazione delle offerte di lavoro e il tempo necessario per colmare una posizione. In caso si noti, che una tipologia di post sui social media genera un alto tasso di engagement, si possono sfruttare questi dati per decidere di creare più contenuti simili in futuro.

In conclusione: gli strumenti digitali hanno cambiato i processi di selezione del personale?

Grazie agli strumenti e metodologie digitali, i tradizionali processi di selezione si sono evoluti significativamente. Pubblicare offerte di lavoro sui social network ha ampliato il bacino di pubblico potenziale, sfruttando il passaparola virtuale degli utenti. Inoltre, i recruiter possono attivamente ricercare candidati direttamente sulle piattaforme digitali, rendendo il processo di selezione più proattivo e mirato.

In conclusione, il mondo è in continuo cambiamento ed evoluzione, e sta a noi rimanere al passo con tutte le novità per non farci trovare impreparati. Il recruiting marketing rappresenta una risposta strategica alle esigenze moderne di attrarre e trattenere i migliori talenti, integrando efficacemente le migliori pratiche del marketing nel processo di selezione del personale.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Shopping Basket